UN PO' DELLA STORIA DI BOLLENGO...
Proseguendo la strada che collega la città di Ivrea con il lago di Viverone possiamo costeggiare la nostra magnifica Serra, costituita dalla collina laterale sinistra dell'anfiteatro morenico. Bollengo è un piccolo paesino, che si trovo subito dopo Burolo, suddiviso tra paesaggio pianeggiante e collinare.
Il significato etimologico più verosimile è proprio quello che si rifà alla voci piemontesi di "boléngh" e "boia", le quali indicano piccolo stagno e palude.
Durante il periodo del Medioevo il paese di Bollengo si trovò a subire l'influenza di Vercelli e di Ivrea, che fecero sentire il loro peso anche sulla struttura urbanistica. Nel X secolo poi, Bollengo, comprendeva anche alcuni nuclei, denominati di Paerno e Pessano. Agli inizi del Duecento Ivrea, per contenere la politica di espansione di Vercelli, decise di costruire un castello, da utilizzare come nucleo difensivo, e di chiamare gli uomini dei villaggi ad abitarvi. Nel 1250 la costruzione del castello e del ricetto fu terminata e tutto il complesso venne quindi circondato da mura diventando nucleo di abitazioni stabili. Nonostante i forti privilegi concessi gli uomini del capoluogo non accettarono di traferire le loro abitazioni nel nuovo borgo. Al contrario, vi si trasferirono gli uomini di Paerno e Pessano, che lasciarono i loro villaggi abbandonati a decadere nel tempo.
Delle antiche Paerno e Passano non restano poi chissà quali grandi edifici, ma Bollengo può vantarsi di aver mantenuto il campanile della vecchia chiesa romana, incastonato tra i boschi della Serra e l'antica Chiesa dei Santi Pietro e Paolo.

...E DELLA PRO LOCO

La nostra associazione nasce nel 1994, con il presidente Cinzia Fietta, che si dimise dopo pochi mesi. In seguito ha avuto come presidente per ben 20 anni Grazia Ceresa, che qualche anno fa al rinnovo degli incarichi non ha voluto ricandidarsi. Attuale presidente della Pro Loco è invece il giovane Paolo Cominetto.
Una delle attività principali che mette alla prova la nostra associazione è la Festa Patronale in onore di Sant'Eusebio, organizzata per la prima domenica del mese di agosto. Ma sono anche altri gli eventi, basta citare la nostra presenza alla vigilia di Natale, dopo la messa di mezzanotte, in piazza, per distribuire panettoni, vin brulè e cioccolata calda, per finire la sera stessa di Natale nel Pluriuso con qualche coinvolgente serata danzante.
Ormai da 8 anni proponiamo anche la manifestazione chiamata "Festa in Piazza", proprio perchè svolta sulla piazza del municipio, dove prepariamo la cena a base di specialità culinarie. In passato inoltre abbiamo anche partecipato alla Fiera di San Savino ad Ivrea.
Oggi la nostra associazione conta ben 200 iscritti, che ad ogni manifestazione e non, siamo lieti di accogliere nell'aiutarci.